Via Vittorio Emanuele,107 - Bordighera (IM)

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

P.I.: 01354050088

eventi 250

PROMOZIONI

REPARTI

servizi

Nuovo servizio

Paga anche così

Acne: Prevenirla e Combatterla

 

 

  
 

 L"acne è una malattia della pelle che si distingue per un disordine cronico-infiammatorio del follicolo pilifero e delle ghiandole sebaceee. Si manifesta prevalentemente nella popolazione giovanile, soprattutto in soggetti tra i 14 e i 19 anni, e con frequenza maggiore nei soggetti di sesso maschile; raramente capita a soggetti di 30-40 anni, a bambini ed anziani.
La razza bianca è più predisposta a questo problema e si nota anche una predisposizione familiare. 
L"acne può presentare diverse forme di lesioni. Le microcisti,  dette anche comedoni chiusi o punti bianchi, sono le lesioni da cui possono avere origine tutte le altre forme; si presentano come piccole lesioni papulose,cioè rilevate, non infiammate e di colore bianco. 
Le lesioni a cui si arriva, via via dalla meno grave alla più problematica, sono: comedoni aperti o punti neri, dovuti all"ossidazione del sebo e alla deposizione di melanina; papule infiammatorie, lesioni rilevate ed infiammate, arrossate, date dall" attivazione dei germi presenti  normalmente nei follicoli e resi aggressivi dalle condizioni di occlusione; pustole (detti comunemente brufoli, foruncoli) date dall"evoluzione delle papule per accumulo di fluido batterico giallastro; noduli, dovuti alla rottura del follicolo infetto con diffusione di pus e di residui di cheratina fino a formare lesioni dolorose ed estese (anche 1 cm.) che possono anche confluire dando infine fistole e cicatrici.
Tutte queste forme possono essere contemporaneamente presenti in uno stesso individuo. Quando le lesioni nodulo-cistiche confluiscono in gran quantità si parla di "acne conglobata". Le forme più gravi possono deturpare il viso lasciando cicatrici permanenti.
 L"acne giovanile appare nell"adolescenza e per il suo trattamento richiede sempre il parere medico, specialmente nei casi più eclatanti;  le forme tardive, che si presentano  oltre i vent"anni, possono essere causate da patologie delle ghiandole endocrine (ovaio, ipofisi, surreni), dall"uso di farmaci antibiotici o da cosmetici,  e quindi devono essere valutate attentamente dal dermatologo.
L"andamento dell"acne , in ogni sua forma,  è comunque sempre imprevedibile; pur con molte eccezioni, quello giovanile solitamente si risolve prima  ed è meno grave.
 Le complicanze sono rappresentate, in forme rare e gravi, dalle cicatrici che possono dare origine a cheloidi (masse fibrose di tessuto cicatriziali), che più frequentemente sono causate da traumi dovuti a manipolazioni incaute di brufoli e punti neri da parte del paziente ed anche da macchie sempre dovute alla cicatrizzazione.
Per questi motivi bisogna prestare particolare attenzione nel trattamento della stessa:

  • mantenere la pelle pulita con detergenti specifici non troppo aggressivi
  • evitare l"esposizione al sole e utilizzare SEMPRE una protezione solare
  • utilizzare trattamenti sempre dietro consiglio di esperti o medici
  • è possibile utilizzare del make-up purchè sia specifico per pelli acneiche, delicato e oil-free
  • nei casi in cui sia evidente l"aumento dei sintomi nonostante le cure cosmetiche non esitare a contattare un medico specialista che possa suggerire farmaci per uso locale o addirittura per via sistemica.
 
    

Eventi in Farmacia

fb

sondaggio

Iscriviti alla nostra Newsletter