Via Vittorio Emanuele,107 - Bordighera (IM)

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

P.I.: 01354050088

eventi 250

PROMOZIONI

REPARTI

servizi

Nuovo servizio

Paga anche così

Mal di Gola

 

 

 

 

 

Gola secca, un senso di bruciore, difficoltà a deglutire. Il mal di gola è un sintomo comune tipico della stagione autunnale, quando gli sbalzi di temperatura sono frequenti. Si tratta di un"infezione di lieve entità, che può creare fastidi solo se si prolunga per qualche giorno. A volte può essere passeggero: molte irritazioni della gola sono dovute semplicemente a condizioni ambientali, per esempio lo smog che respiriamo o l"inalazione di vapori e polveri irritanti. Il fumo di sigaretta è un"altra importante causa di irritazione della gola. Altri fattori di rischio possono essere le bevande o i cibi troppo caldi, l"aria eccessivamente secca o, al contrario, troppo umida.

Rimedi fatti in casa
I rimedi fatti in casa sono consigliati soprattutto quando il mal di gola è un sintomo passeggero dovuto a particolari condizioni ambientali, ma sono un"ottima soluzione anche nel caso il mal di gola sia provocato dall"attacco di virus e batteri e preannuncia l"arrivo di qualche malattia da raffreddamento, per esempio il raffreddore o l"influenza. In questi casi è utile evitare gli alcolici, il fumo e le bevande calde e bere molti liquidi. E ancora:

?aumentare il consumo di verdura e frutta, ricche di vitamina C e sali minerali
?sorseggiare bevande fredde che aiutano a deglutire
?succhiare caramelle balsamiche
?fare gargarismi per trovare sollievo all"irritazione
?evitare sbalzi di temperatura
?se il mal di gola è accompagnato da febbre è consigliabile il riposo a letto, in un ambiente non eccessivamente riscaldato e ben umidificato
?non è dimostrato che tenere la gola coperta con una sciarpa quando si esce di casa prevenga il mal di gola.

 

Trattamento
Le forme lievi di mal di gola, di solito di origine virale, possono trarre giovamento dai farmaci di automedicazione. In questi casi possono essere utili i disinfettanti locali (antisettici) in forma di pastiglie, spray o collutori.
Quando non si tratta di un mal di gola passeggero, a seconda dei casi possono essere utili: ?quando c"è la febbre: gli antipiretici contenenti, ad esempio, acido acetilsalicilico o paracetamolo, da soli o in associazione con vitamina C

?antinfiammatori
?antibiotici.

Ma prima di assumere qualsiasi tipo di farmaco, ogni sintomo va sempre sottoposto alla valutazione del medico.

Quando rivolgersi al medico
Il mal di gola colpisce maggiormente i bambini: in genere il disturbo scompare in pochi giorni, senza lasciare conseguenze. Se la causa è un virus, è l"occasione buona per consentire al sistema immunitario di costruirsi le difese, in modo da essere in grado di sconfiggerlo quando si dovesse presentare di nuovo. Anche il mal di gola provocato da infezione batterica da streptococco si risolve nel corso di qualche giorno. In alcuni casi, però, il mal di gola può essere un sintomo di malattie più gravi. È necessario consultare un medico se:

?il mal di gola non passa né si attenua dopo 3-4 giorni dal suo inizio
?è violento e accompagnato o seguito da febbre alta
?si ha grande difficoltà a deglutire o a respirare
?si manifesta solo in una zona laterale del collo
?è accompagnato da eruzioni cutanee.

Prevenzione
Un"alimentazione ricca di verdure e frutta è la migliore prevenzione contro il mal di gola. Le vitamine A e C stimolano e rafforzano il sistema immunitario. Sono da preferire le verdure di colore arancione o giallo, come carota e zucca, perché contengono betacarotene da cui l"organismo ricava la vitamina A. Gli agrumi (arance, limoni, mandarini e pompelmi) e i kiwi, poi, sono ricchi di vitamina C.

Molte irritazioni della gola possono essere dovute semplicemente alle condizioni ambientali. In questi casi per evitare il disturbo possono essere utili alcune precauzioni:

?durante i mesi invernali negli appartamenti l"aria è molto secca a causa del riscaldamento: è utile quindi mantenere una buona percentuale di umidità nelle stanze (ma senza esagerare!), aprendo spesso le finestre e utilizzando un umidificatore, oppure mettendo sui caloriferi vaschette colme di acqua. La temperatura ideale non dovrebbe superare i 20°C
?non consumare cibi o bevande troppo calde che possono irritare le mucose
?evitare che il fumo di sigaretta ristagni nelle stanze.

 
    

Eventi in Farmacia

fb

sondaggio

Iscriviti alla nostra Newsletter